Workshop sul progettare accessibile alla Factory Banca Manzano

Il tema della progettazione senza barriere architettoniche è stato al centro di un workshop in programma sabato 17 maggio nella sede di Factory Banca Manzano, a Udine (piazza XXVI Luglio). Dalle 10 i partecipanti si sono confrontati sul perché il “progettare accessibile” non soltanto serve, ma conviene, approfondendo l'evoluzione culturale legata alla disabilità in Italia nonché le normative nazionali e internazionali sul tema. Durante la mattinata sono intervenuti Valentina Vidoni, vicepresidente di Future Factory, Luca Pantaleoni, coordinatore dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare Onlus di Udine, Michele Franz e Paola Pascoli del Centro regionale di Informazione sulle Barriere architettoniche Fvg (Criba Fvg). Dopo la serata finale nell’ambito della mostra “Riusografie”, Future Factory (il gruppo giovani della BCC Manzano) e Uildm Udine si ripresentano di nuovo insieme per trasmettere i valori della progettazione accessibile ai progettisti del territorio, grazie alla collaborazione avviata con il Criba e al sostegno di Banca Manzano. «La collaborazione con Uildm Udine, nata in occasione della mostra fotografica Riusografie – commenta Carlo Piemonte, presidente di Future Factory – si consolida con questa attività. La stessa Factory Banca Manzano, il propulsore per giovani start-up del nostro territorio, è stata progettata tenendo in particolare considerazione il tema dell’accessibilità». Un evento pensato per un pubblico vasto, come sottolinea Pantaleoni: «L’accessibilità e la sicurezza - chiarisce - sono un valore aggiunto, sociale ed economico. Non si tratta di un problema che riguarda solo le persone con disabilità. Per questo – conclude – riteniamo che occasioni di confronto come questa, a cui partecipano tecnici, progettisti e professionisti, siano fondamentali».

On stage

Privacy Policy

in partnership con